Materie Plastiche

Analisi delle caratteristiche chimiche e fisiche delle materie prime e dei polimeri estrusi:

• Spettroscopia infrarossa (FTIR) con microATR.

• Spettrofotometria UV/VIS ;  Spettrometria GC/MS e GC/MS/MS

• ANALISI TERMICHE ACCREDITATE :
Si basano sul principio di sottoporre il campione ad un trattamento termico (scaldare, raffreddare, mantenere una temperatura costante)

Calorimetria differenziale a scansione (DSC)

La tecnica DSC misura la differenza di temperatura tra un riferimento ed un campione sottoposti ad una rampa di temperatura o ad un’isoterma.

La DSC misura l’Entalpia tra un riferimento ed un campione sottoposti ad una rampa di temperatura o ad un’isoterma.

Applicazioni tipiche:

• Tm : Temperatura di fusione;
•  Tg : Transizione vetrosa di un polimero cristallino

 • Grado di reticolazione di una resina

Analisi Termogravimetrica (TGA/DTA) e TGA combinata all’Infrarosso.

Questa tecnica misura una diminuzione di peso all’aumentare della temperatura e consente di identificare le sostanze liberate all’infrarosso , oltre al residuo di carica.

Applicazioni tipiche:

• contenuto quantitativo del residuo di carica di un polimero oppure del “carbon black”;
• determinazione delle percentuali costituenti copolimeri (esempio ABS: % di SAN e Butadiene);
• contenuto di umidità;
• analisi dei gas combusti (esempio classico: dosaggio dell’acido cloridrico liberatosi dalla degradazione del PVC).

PROVE CHIMICO FISICHE

Invecchiamento accelerato agli agenti atmosferici con lampada ad arco allo Xeno, con simulazione del ciclo giorno/notte e sole/pioggia.

Solo alcune delle principali norme eseguibili:

• UNI EN ISO 4892-2:2016 – resistenza agli agenti atmosferici delle materie plastiche;
• SAE J2527:2004 – Automotive Interior trim components;
• UNI EN ISO 105 B02:2014 – Resistenza agli agenti atmosferici di tessuti;
• ASTM D 5071:2013 – Plastics;
• ASTM D 2565:2016 – Plastics for outdoor applications;
• ASTM D 1148:2013 – Rubber deterioration.
• Cicli termici e shock termici in camera climatica.
• Analisi al microscopio ottico per la ricerca di difettosità, per controlli superficiali dei film di vernice, per la misurazione degli spessori, etc.
• Prove di trazione-flessione-compressione.

• Resistenza all’usura ( Taber test ) .
• Determinazione della massa volumica apparente.
• Analisi gascromatografiche di residui ed analisi al plasma per tracce di metalli .
• Proprietà ottiche (brillantezza, controllo colore, buccia d’arancia, etc).

Analisi microbiologiche su materie plastiche.
Misura dell’attività antibatterica su superfici di plastica secondo ISO 22196:2011
Per i contenitori alimentari di plastica vedi la sezione : Packaging